Che tempo che fa ...
Giu
12
2017

La Notturna di San Giovanni 2018

Scritto da Franco Fabbri
PDFStampaE-mail

Sembra giunto ormai alle ultime battute il tormentone dei lavori in Piazza della Libertà per cui la SANGIOVANNI di quest'anno potrà ritornare al suo percorso classico con partenza da Corso Garibaldi e arrivo in Corso Mazzini.

L'anno scorso, per poter mantenere la manifestazione nel centro della città di Cesena, si è dovuti partire da Piazza Giovanni Paolo II, di fronte al Duomo, per infilarsi nello stretto budello di Corso Sozzi, ed arrivare sì in Piazza Almerici ma dalla parte opposta di quanto avveniva di solito, con lo striscione a pochi metri all'incrocio con Via Zeffirino Re, disagevole e tale da impedire una volata finale che, per fortuna, non c'è stata.

Ecco, quella dello svolgimento della Notturna di SANGIOVANNI in Piazza Almerici e al vicino chiostro di San Francesco, cioè in pieno centro, è una caratteristica che poche manifestazioni dello stesso tipo possono vantare, e che dona alla corsa una sua attrattiva particolare, ma che crea diversi problemi (non ultimo quello dei parcheggi): invariato invece il fascino del percorso che si sviluppa in gran parte nelle colline che fanno da corona alla città.

Interessanti anche i premi di partecipazione: per tutti (competitivi e non) la classica maglietta con dipinto dell'artista cesenate Adriano Maraldi, ed un asciugamano di cotone di "spugna riccia" (cm.50 x 100) quale premio aggiuntivo per i competitivi.

Gli oltre tremila partecipanti che il 16 giugno di quest'anno affolleranno le vie e le piazze di Cesena, potranno quindi assaporare lo stesso clima festoso degli anni scorsi, anche, come detto, per la chiusura dei cantieri dei lavori sopra ricordati, e la curiosità di vedere lo sviluppo di una Piazza della Libertà, totalmente rinnovata.

Rimandiamo al pieghevole che tutti conoscono le indicazioni circa le modalità dell'iscrizione, i premi per i vincitori assoluti ed i primi delle varie categorie dei competitivi, e quant'altro, per soffermarci in particolare su quella parte che da diversi anni caratterizza la SANGIOVANNI e che conferma, aumentandolo, uno dei suoi caratteri particolari, l'attenzione verso il sociale, sempre insito e presente nella manifestazione: la SCARPINATA SOLIDALE. Organizzata per l'ottavo anno consecutivo in collaborazione con il Comune di Cesena, Sindaco in testa, ha lo scopo di portare l'attenzione degli oltre tremila partecipanti qui convenuti per la manifestazione, sui problemi che angosciano e rendono difficile la vita di tante persone meno fortunate. I contributi raccolti (recarsi, per la partecipazione, sotto il porticato del Comune) verranno quest'anno consegnati al Centro Diurno socio-riabilitativo Don Oreste Benzi di San Tommaso, gestito dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, ed all'ANFFAS di Cesena per la realizzazione della Fattoria dell'Ospitalità. Motivo ulteriore per partecipare alla SANGIOVANNI, divertirsi e fare del bene.

 

 

 

top-icon[ Top ]

 

 

Giu
13
2016

i Numeri della Notturna di San Giovanni 2017

Scritto da gls

   

 

i numeri della

45a NOTTURNA di SAN GIOVANNI

17 giugno 2017, Cesena

 

575 atleti competitivi 

113 donne (19,7%)

462 uomini (80,3%)

 

 505 preiscritti (87,8% del totale)

  532 hanno tagliato il traguardo 

 101 donne

 431 uomini 

 

 00:53:24 il distacco tra il vincitore e l’ultimo arrivato

 03:16 la media al km tenuta dal 1° classificato DELLA PASQUA ALBERTO per correre  11.000 m (00:35:58

 03:47 la media tenuta dalla 1a classificata  VALENTINA FACCIANI per correre  11.000 m (00:41:44

 

I meno giovani ad aver gareggiato Nadia S. di 70 anni e Giovanni S. di 82 anni

I più giovani Joanna G. di 21 anni Federico M. di 18 anni  

Abbiamo festeggiato 3 compleanni 

Mauro B. (53 anni)

Roberto C. (42 anni)

Luca M. (50 anni)

 

Presenti atleti stranieri venuti da Malta, Cile, Australia e...San Marino

Rappresentate 10 regioni italiane 

 Circa 3000 gli amatori che hanno partecipato come Non Competitivi

 

Tutto questo è la 

NOTTURNA

di SAN GIOVANNI 

 

 

 

 

Grazie a tutti 

 e… appuntamento alla edizione 2018

 

 

 

 

 

 

 

top-icon[ Top ]

 

 

Giu
12
2017

VII Edizione Scarpinata Solidale

Scritto da gls
PDFStampaE-mail

Dopo le prime sei edizioni della “Scarpinata solidale”, stiamo lavorando alla edizione 2017 – sempre nell’ ambito della Notturna di San Giovanni, quest’ anno alla sua 45° volta, tra i più prestigiosi eventi podistici della Romagna – con l’ obiettivo di riconfermare un collegamento virtuoso tra le Istituzioni cittadine, gli organi di informazione, il sistema delle imprese ed il nostro mondo del volontariato. Per questo abbiamo previsto che Consiglieri comunali e Giunta, capipagina e cronisti dei quotidiani, dei periodici e delle tv locali, rappresentanti delle imprese e delle associazioni, partecipino alla S. Giovanni, alla quale saranno regolarmente iscritti, indossando una apposita maglia della Scarpinata solidale. Il ricavato della vendita della maglia (che sarà acquistabile, oltre che dai promotori, anche da singoli partecipanti e cittadini), unitamente ai contributi di aziende e associazioni, quest’ anno sarà destinato alle associazioni Caima e Amici di Casa Insieme che operano a sostegno dei malati di Alzheimer e dei loro familiari. Riteniamo che ciò corrisponda proprio allo spirito con il quale abbiamo, sin dal 2011, promosso questa manifestazione benefica. Paolo Lucchi Sindaco di Cesena

 

 

 

top-icon[ Top ]

 

 

Mag
01
2017

La San Giovanni fra conferme e novità

Scritto da Franco Fabbri
PDFStampaE-mail

 “C'è qualcosa di nuovo” nella Notturna di SANGIOVANNI di quest'anno... ma anche "d'antico": le novità, comunque, non snaturano la manifestazione sportiva del Gruppo Podistico ENDAS CESENA, ma, fors'anche, la migliorano (la lunghezza totale aumenta di un centinaio di metri o poco più). Cosa rimane (la gran parte: percorsi che si sviluppano nelle belle colline fiorite (siamo a metà giugno) ed in città, l'atmosfera gioiosa (speriamo che non piova), i ricchi ristori (ben tre), i premi di partecipazione (particolari, diversi da quelli delle manifestazioni similari). La grande partecipazione di podisti e spettatori (i ristori, porchetta compresa, sono per tutti, anche per quelli che non corrono o camminano). Ma ecco le novità: il percorso, anzitutto, cambiato in (sia pur piccola) parte, alla partenza e all'arrivo. I lavori che interessano Piazza della Libertà e l'antistante Corso Garibaldi (proprio nel punto in cui era collocata la partenza negli scorsi anni) hanno richiesto un mutamento del tracciato, all'inizio e alla fine.

 

La partenza: quest'anno verrà data in Corso Sozzi, alla confluenza con Piazza Giovanni Paolo II°, antistante l'entrata principale della Cattedrale (il Duomo, come lo chiamano i cesenati). Alla fine di Corso Sozzi, all'incrocio con Via Gaspare Finali, Corso Cavour e Viale Carducci (alla "Barriera", per intenderci) si svolta a destra in Viale Carducci che si percorre tutto fino a Porta Santi (l'antica Porta Romana).

 

Percorso classico: a Porta Santi, che il percorso classico attraversava, si gira a sinistra e ci si ritrova nel vecchio tracciato. Si passa davanti all'Ospedale "Maurizio Bufalini" e si prosegue sin quasi alla Via Emilia, alla rotonda Case Finali (Rotonda "Benetton"), dove si svolta a destra e poi a sinistra per immettersi (curvando a destra) in Via Rio Marano, in leggerissima salita per un paio di chilometri. All'incocio con Via Ridolfi si gira a destra per arrampicarsi per circa un chilometro in una salita alquanto... tosta, si gira poi a destra e quindi, poco dopo il primo ristoro, si scende (prima a sinistra e poi, alla fine della discesa, a destra) verso il piazzale del CONAD di Ponte Abbadesse (altro ristoro, con musica), usciti dal quale, alla Rotonda Pertini, si affronta l'ultima salita, a sinistra, in Via Mondaini (quattrocento metri circa) e, di seguito, dopo avere attraversato Via Garampa, si passa sotto l'arco della vecchia rocca e si scende (nell'acciottolato) verso l'Ufficio Anagrafe: e poi giù fino alla fine della discesa.

 

L'arrivo: quando la strada spiana, anziché procedere dritto verso Piazza Aguselli (antistante la Chiesa di Sant'Agostino), si gira a sinistra in Via Pier Maria Caporali. Al termine, di nuovo a sinistra (Piazza Amendola) verso Piazza del Popolo che si costeggia per imboccare Via Zeffirino Re (ultimi duecento metri) alla fine della quale si svolta a destra, verso lo striscione di arrivo posto a pochi metri di distanza, di fronte alla postazione microfonica. Attenzione in caso di volata finale perché, come detto, pochi metri prima dell'arrivo (in Corso Mazzini) si affronta una curva a destra.

 

Arrivo camminata: i non competitivi, alla fine di Via Zeffirino Re proseguono dritto in Piazza Fabbri, dove si trova il ristoro dell'arrivo e, lì vicino, il chiostro di San Francesco nel quale si può ritirare il premio di partecipazione: maglietta per tutti col nuovo, originale dipinto dell'artista cesenate Adriano Maraldi e shoe bag Diadora (o premio alternativo) per i non competitivi (i competitivi hanno già ricevuto la maglia tecnica Diadora all'atto del ritiro del pettorale).

 

Camminata (circa km.6) ha la stessa partenza e lo stesso arrivo della corsa competitiva: alla fine di Viale Carducci, dopo Porta Santi si va a sinistra in Via Fiorenzuola e, duecento metri dopo (o poco più) si gira a destra in Via Cimabue per la salita che porta al Monte (un chilometro). Giunti in cima si attraversa il Piazzale Pio VII, antistante l'Abbazia, e si scende poi in Via del Monte e poi a destra fino a che la strada spiana. Qui si gira a sinistra, in Via Padre Genocchi, dove ci si congiunge al percorso lungo (nei pressi del piazzale CONAD).

 

Passeggiata in città (km.2): la partenza è sempre quella. Giunti a Porta Santi si gira a destra, verso il centro, in Corso Ubaldo Comandini. Attraversata la piazza antistante il Teatro Bonci (Piazza Guidazzi) si va a sinistra verso la ex caserma dei carabinieri (Via Cesare Montanari), superata la quale si gira a destra in Via Mura Porta Santa Maria, che si percorre tutta: si gira poi a destra in Via Manfredi e quindi a sinistra in Via Milani (vecchio percorso della competitiva a rovescio). Si attraversa Piazza Aguselli (Sant'Agostino) e poi dritto dove (pochi metri dopo) si gira a destra in Via Caporali immettendosi nel tracciato della corsa competitiva (e della camminata).

Tutti i percorsi, comunque, sono segnalati, con gli incroci principali sorvegliati da personale dell'organizzazione munito di bandierina. ... arrivederci alla prossima edizione della Notturna di  SANGIOVANNI.

 

 

  top-icon[ Top ]

 

Giu
13
2016

i Numeri della Notturna di San Giovanni 2016

Scritto da gls

 

   

 

i numeri della

44a NOTTURNA di SAN GIOVANNI

11 giugno 2016, Cesena

 

629 atleti competitivi (54 atleti in piu 2015, +9,5%)

119 donne (+34%)

509 uomini (+5%)

 537 preiscritti (85,4% del totale, +79 rispetto 2015)

 

 577 hanno tagliato il traguardo ( 44 atleti in più ed. 2015)

 107 donne ( +22  rispetto 2015)

 470 uomini ( +22  rispetto 2015)

 

 00:55:00 il distacco tra il vincitore e l’ultimo arrivato

 03:19 la media tenuta dal 1° classificato CHARFAOUI SMAIL per correre  10.850 m (00:36:07

 03:42 la media tenuta dalla 1a classificata  MARTINA FACCIANI per correre  10.850 m (00:40:11

 4a vittoria consecutiva MARTINA FACCIANI

 

I meno giovani ad aver gareggiato Mirella P. di 73 anni e Giancarlo R. di 72 anni

I più giovani Lucia B. di 21 anni Davide T. di 18 anni  

Abbiamo festeggiato il compleanno di Fabio F. (45 anni)

 

L’atleta venuto da più lontano è arrivato da Bloomfield Hills, Michigan  (USA)

 

Più di 3100 gli amatori che hanno partecipato come Non Competitivi

 

Tutto questo è la 

NOTTURNA

di SAN GIOVANNI 

 

 

 

 

Grazie a tutti 

 e… appuntamento alla edizione 2017

 

 

 

 

 

 

 

top-icon[ Top ]

 

 

Pagina 1 di 10