Gen
01
2011

Regolamento

Scritto da gls Ultimo aggiornamento (22 Gennaio 2011)
PDFStampaE-mail

1) Per diventare socio del Gruppo occorre presentare domanda al Consiglio Direttivo (che, nella sua prima riunione, ne delibera l'accoglimento o la reiezione), con la osservanza delle seguenti modalità:

a. indicare nome, cognome, luogo e data di nascita, professione, residenza, numero di telefono;

b. specificare se il richiedente desidera far parte dei soci podisti;

c. impegnarsi a rispettare il presente Statuto  e le deliberazioni degli organi sociali ed a collaborare, salvo casi particolari valutabili volta per volta dal Consiglio Direttivo, alla realizzazione delle attività del Gruppo.

2) Nell'intervallo intercorrente fra la presentazione della domanda e la delibera del Consiglio, il richiedente socio podista potrà partecipare alle gare del Campionato Sociale alla stessa stregua degli iscritti, e la gara, in caso di accoglimento della domanda, sarà considerata valida a tutti gli effetti ai fini del Campionato Sociale.

3) All'atto dell'iscrizione il nuovo socio podista dovrà presentare il certificato medico di idoneità specifica rilasciato ai sensi del Decreto Ministeriale (San.) 18.2.1982.

4) Il certificato medico di cui sopra dovrà essere presentato anche da ogni socio podista all'atto della iscrizione annuale al Gruppo. Sarà tuttavia facoltà del Consiglio variare il tipo di certificato medico richiesto ai soci e conservato fra i documenti sociali.

5) Le quote associative vengono deliberate annualmente dal Consiglio.

6) I nuovi soci podisti, all'atto dell'iscrizione, riceveranno il vestiario per le corse a fronte del quale verseranno una cauzione, il cui ammontare viene stabilito annualmente dal Consiglio: tale cauzione verrà restituita in due anni, in ragione del 50% all'anno, a quei soci che durante il corso dell'anno sociale avranno partecipato almeno al 60% delle gare di Campionato Sociale.

7) La partecipazione al Campionato Sociale è riservata ai soci podisti.

8) Il Presidente del Gruppo ed il Consiglio Direttivo, formato da nove persone (compreso il Presidente), in maggioranza appartenenti alla categoria podisti, vengono eletti ogni tre anni dalla Assemblea dei soci, convocata a questo scopo dal Consiglio o dal Presidente uscenti, e valida in prima convocazione con la partecipazione della maggioranza degli iscritti ed in seconda qualunque sia il numero dei presenti: è in facoltà dell'Assemblea variare il numero dei Consiglieri.

9) Il Consiglio Direttivo elegge nel suo seno un Segretario ed un Tesoriere e potrà chiamare a farne parte, senza diritto di voto, altri soci scelti per compiti specifici.

10) Il Consiglio Direttivo viene convocato dal Presidente o dal Segretario e le sue decisioni saranno considerate valide qualora sia presente la maggioranza dei Consiglieri: in caso di parità prevale il voto del Presidente.

11) Le decisioni del Consiglio Direttivo sono ugualmente valide qualora siano state prese da almeno i tre quarti dei Consiglieri.

12) L'Anno ed il Campionato Sociale iniziano nel mese di gennaio per terminare nel dicembre successivo: eventuali variazioni potranno essere deliberate dal Consiglio Direttivo.

13) Il Consiglio Direttivo deciderà, di volta in volta, a quali gare partecipare, avvertendo gli associati con apposito avviso o con qualunque altro mezzo riterrà opportuno.

14) I soci podisti sono impegnati a partecipare alle gare e ad avvertire l'incaricato della propria presenza apponendo, entro dieci minuti dall'inizio della manifestazione, la firma su di un apposito registro o foglio-presenza.

15) È fatto obbligo ai soci podisti indossare il vestiario fornito dal Gruppo e gareggiare con la divisa completa: le eventuali inadempienze saranno considerate grave violazione delle norme associative e sanzionate dal Consiglio ai sensi dell'art.26 del presente Regolamento e la gara non sarà considerata valida ai fini del Campionato Sociale.

16) Ai fini del Campionato Sociale saranno considerate valide solo le gare cui il socio podista parteciperà personalmente (non essendo sufficiente la sola iscrizione).

17) Le presenze dei soci alle varie gare saranno annotate su di un apposito tabellone esposto in sede: i reclami contro le annotazioni del tabellone vanno proposti entro il termine di un mese dalla effettuazione di ogni singola gara e comunque non oltre quindici giorni dalla chiusura dell'Anno Sociale.

18) Il monte premi del Campionato Sociale è costituito prevalentemente dalle coppe, trofei e targhe che il Gruppo si sarà guadagnato e verrà distribuito fra tutti coloro che avranno gareggiato in almeno il 30% delle gare di Campionato (approssimazione per eccesso).

19) La premiazione del Campionato Sociale è riservata ai soci podisti presenti alla festa sociale (secondo le modalità stabilite, anno per anno, dal Consiglio).

20) La graduatoria per la scelta dei premi del Campionato Sociale verrà compilata tenendo conto delle gare di Campionato nelle quali i soci avranno gareggiato, così come annotate nel tabellone: in caso di parità si procederà a sorteggio.

21) I soci i quali avranno gareggiato in almeno il 95% delle gare (approssimazione per eccesso) verranno proclamati Campioni Sociali: in caso i Campioni Sociali fossero più di uno, la graduatoria per la scelta dei premi verrà compilata procedendo a sorteggio fra di loro.

22) Sarà facoltà del Consiglio assegnare una o più gare valide ai fini del Campionato Sociale a quei soci che avranno reso particolari servizi al Gruppo: ai componenti il Consiglio verrà riconosciuta una gara all'anno.

23) Le eventuali agevolazioni per le attività del tempo libero organizzate dal Gruppo e la distribuzione del vestiario, sono riservate ai soci che hanno preso parte, durante l'anno in corso, ad almeno il 60% delle gare del Campionato Sociale (approssimazione per eccesso).

24) Gli associati che avranno preso parte a meno del 30% delle gare del Campionato Sociale, o che non avranno rinnovato la iscrizione al Gruppo entro il termine stabilito annualmente dal Consiglio, perderanno, salvo dimostrati casi di forza maggiore che saranno valutati volta per volta dal Consiglio, lo status di socio podista, che non potrà essere riacquistato nell’anno immediatamente successivo.

25) Ai soci podisti che avranno partecipato ininterrottamente al Campionato Sociale, verrà offerto un riconoscimento (premio fedeltà) per ogni decennio: eventuali interruzioni faranno riprendere il conteggio dall’inizio.

26) Il Consiglio, a maggioranza dei suoi componenti, potrà prendere, contro un socio colpevole di comportamento contrario allo spirito associativo, le sanzioni che riterrà opportune, fino, nei casi più gravi, alla radiazione dal Gruppo.

27) Il presente Regolamento potrà essere modificato dall'Assemblea dei soci appositamente convocata, o dal Consiglio con la maggioranza dei due terzi dei suoi componenti.

28) Per adeguarlo alle norme del presente Regolamento, il Campionato Sociale iniziato il 3 settembre 2006, avrà termine il 31 dicembre 2007.


Cesena, 8.5.2007.

 

top-icon[ Top ]